BBC Surrauto Asselle Mobili Cervere vs PVB Cime Careddu

0
562

BBC Surrauto Asselle Mobili Cervere vs PVB Cime Careddu 3-0 (25-22; 25-23; 25-16)

Rosa: Di Massa (pt. 1), Pesce, Brusaschetto (pt. 9), Bobocea (pt. 1), Malò (pt. 1), Narzisi (pt. 7), Cerutti (pt. 9), Zavattaro (pt. 5),, Martire e Gaviglio

Torna a casa a mani vuote (anzi, solo con i porri in mano acquistati per l’occasione) la serie D della Pallavolo Valle Belbo impegnata nella 2 giornata di campionato.
La prima trasferta di una lunga serie nel cuneese porta una tonda sconfitta più nel risultato che nei contenuti.
Nella pre season la 2 compagini si erano già incontrate e il risultato era invertito, frutto di 3 defezioni della Surrauto.

Il sestetto di partenza è composto da Pesce opposta a Zavattaro, schiacciatori Narzisi e Cerutti, Bobocea e Brusaschetto al centro con Martire libero.
Nelle battute iniziali Cervere sfodera una battuta ficcante che da subito scardina la ricezione canellese formando un gap di 4 punti che non viene colmato per tutto il set. Le spumantiere ritrovano gioco e ricezione, ma non riescono a fare quel break decisivo per pareggiare il punteggio. Le padrone di casa sfoderano colpi precisi e ficcanti con pallette che sorprendono la retroguardia avversaria. L’inserimento di Di Massa, Malò e Gaviglio non cambia il risultato del set: 25-22.
Nel secondo set spazio a Di Massa per Pesce e ad alcuni accorgimenti tattici. La Cime Careddu pare essersi ripresa e, rimane agganciata alle avversarie pur rimanendo a 2 lunghezze di distanza. L’aggancio avviene sul finale del set sul 21-21, un ace di Di Massa e un punto di Narzisi portanto Canelli per la prima volta in vantaggio. E’ questo il momento cruciale della partita, ma proprio in questo momento viene a mancare il giusto guizzo e Cervere affonda un parziale di 4-0 che taglia gambe e morale alle giovani canellesi: 25-23.
Il terzo set le ben più esperte avversarie approfittano del morale a terra delle nostre giocatrici per infilare il coltello nel burro e chiudere in scioltezza la gara.
Commenta Garrone “oggi abbiamo giocato contro una compagine ben più esperta di noi che sa giocare, sa quando accelerare il gioco e quando gestire la partita. Non siamo quasi mai riusciti ad avere in mano il pallino del gioco, per fare quel che sappiamo fare meglio, la Surrauto è stata davvero brava a giocare con astuzia le fasi cruciali dell’incontro e meritare la vittoria a punteggio pieno”.

Sabato gara casalinga contro il Libellula Bra, squadra giovane che ad oggi non è ancora riuscita a fare punti, pur avendo un gruppo ben attrezzato. Si prevede una dura battaglia in quel di Canelli alle 18:30.

Nella Foto: Elena Cerutti, nella gara di sabato capitano e top scorer