PVB CIME CAREDDU, UNA VITTORIA PER SPERARE

0
567

La PVB CIME CAREDDU REALE MUTUA finalmente interrompe la lunghissima serie negativa e si concede la prima gioia dopo molti mesi.

Si tratta di una vittoria che vale oro per molte ragioni : in primis, le canellesi hanno superato le dirette avversarie del Barge, con le quali dividevano l’ultimo posto della classifica, poi accorciano la distanza dalla zona playout, ora lontana solo 2 punti, ma soprattutto è un spinta fondamentale al morale della squadra, che adesso vede la luce in fondo al tunnel e inizia a credere alla possibilità di rimonta.

Un grosso merito per la svolta in positivo va ascritto al nuovo ruolo della capitana Dal Maso, che spostata da centrale a opposto ha messo in campo due super- prestazioni da 28 punti che hanno contribuito in maniera decisiva ai risultati con Alba e Barge, ma tutta la squadra ha offerto una prova convincente, a partire dal libero Martire, ad una ritrovata Arianna Ghignone, sino alla giovane Brusaschetto, che dimostra ancora una volta di meritare ampiamente la vetrina della serie C.

In più Canelli ha potuto contare sul rientro in organico di Chiara Bersighelli, ingaggiata dalla società in settimana per ovviare all’ennesima defezione stagionale, causata dall’infortunio subito a Alba dalla giovanissima Ottavia Boffa. L’esperta giocatrice astigiana è tornata in gialloblu dopo essere stata artefice della promozione in serie C tre anni fa con Canelli ed ha dimostrato di poter essere d’aiuto nella ricorsa alla salvezza, soprattutto per l’intesa già dimostrata con la regista Stella Ghignone, che lascia ben sperare per le prossime partite.

La cronaca del match racconta di una PVB che, pur essendo nettamente superiore alle avversarie, ha fatto fatica a scrollarsi di dosso la tensione di una partita da ultima spiaggia e ha concesso molte occasioni alle ospiti per restare in corsa, sprecando diverse opportunità per chiudere sul 3-0, ma le canellesi hanno dimostrato finalmente una forza mentale vincente nel 4° set, quando, dopo una partenza molto negativa, mettevano in campo una rimonta decisiva per la vittoria finale per 3-1, che vale 3 punti d’oro.

Oltre ai meriti delle ragazze in campo, una grossa fetta del successo va ascritta anche al coach Garrone, che ha continuato incessantemente a spingere, sollecitare e guidare le ragazze in campo, senza un attimo di pausa. Proprio una sonora strigliata alla squadra del tecnico acquese nel secondo time-out del 4° set ha dato la svolta alla frazione, con la rimonta che ha portato al successo finale.

Dal punto di vista della classifica, Canelli abbandona l’ultimo posto in classica proprio a Barge, ora staccato di 3 punti, mentre la quota playout si accorcia a 2 punti, vista la contemporanea sconfitta di Trecate ad Alba.

La prossima settimana il calendario vedrà la PVB CIME CAREDDU REALE MUTUA sul parquet di Rivarolo Canavese, contro una squadra che viaggia ormai senza particolari obiettivi a centro classifica, mentre le dirette rivali Barge e Trecate saranno impegnate contro Alba e Folgore San Mauro. Sarà un’altra giornata decisiva per la lotta salvezza, che si preannuncia aperta sino all’ultima partita della stagione.

PVB CIME CAREDDU REALE MUTUA – MONVISO BARGE VOLLEY 3-1 (25-23 / 25-18 /22-25/ 25-20)

PVB CIME CAREDDU
1-A.GHIGNONE (11pt) 2-PESCE (ne) 3-BRUSASCHETTO (14pt) 5-ZERBINATTI (5pt) 6-MARTIRE (L1) 8-S.GHIGNONE (5pt) 9-DI MASSA -12-DAL MASO (CAP) (28pt) 13-MARINETTI (ne) 14-ZAVATTARO (ne) 15-GAVIGLIO (L2) 16-BERSIGHELLI (8pt)
ALL.: GARRONE

Foto : CHIARA BERSIGHELLI