PVB Elettro 2000 vs Bre Banca Cuneo

0
658

3-2 (21-25; 25-21; 21-25; 25-20; 15-5)

Rosa: Pesce, Zavattaro, Crema, Gaviglio, Scavino, Turco, Boffa, Franchelli, Di Massa

Terza partita in 5 giorni per le ragazze della PVB. 14 set giocati, 3 vittorie su 3, 7 punti sui 9 in palio, 10 ragazze su 10 utilizzate nei momenti nevralgici del gioco e… 1 nuovo infortunio col quale fare i conti. Questi i numeri dell’Elettro 2000.
Turbine ai box per un risentimento, Di Massa cambia colore della maglia e Pesce si accomoda in cabina di regia dopo un mese. Visto da fuori sono cambi di ruolo pazzeschi: nel giro di 2 giorni un palleggiatore fa il libero e un centro fa il palleggiatore: ruoli sconvolti ma il risultato non cambia!

Si inizia con un pessimo primo set nel quale Cuneo fa tutto alla perfezione e lascia poco spazio di azione alle canellesi.

Nel secondo set dentro Scavino per Crema, e con qualche accorgimento tattico la PVB si fa sotto fino alla vittoria.

Il terzo set è caratterizzato da una altalena di break, sul 20-20 blackaout delle spumantiere che chiudono con un parziale di 5-1 che porta Bre Banca sul 2-1

Nel quarto set Di Massa suona la carica con una prestazione in crescendo e il gruppo la segue, le gialloblu fanno il break e chiudono con le solite bordate di Zavattaro in parallela.

Quinto set Garrone cambia tutto e sfrutta da subito la battuta di Franchelli, la squadra la assiste con 2 difese rocambolesche e fiducia ripagata in virtù di una partenza lampo per 7-0 e cambio campo 8-1. Il resto del set diventa normale amministrazione fino al 15-5, terza vittoria consecutiva e 2 punti in classifica che permettono all’Elettro 2000 di non essere più fanalino di coda del girone.

“In 5 giorni mi si è trasformato il gruppo, la vittoria con Asti ha dato un’energia positiva alle ragazze che hanno confermato il loro stato di forma nelle partite successive. Se domenica c’è stata una stupenda reazione di squadra, oggi ciò che ha fatto la differenza è stata l’enorme pazienza con la quale la squadra è riuscita a scalfire punto dopo punto le sicurezze avversarie. Sul 19-10 del primo set ho pensato “sta volta ci fanno male”, invece piano piano abbiamo individuato i loro punti deboli fino a farli diventare lacune incolmabili”

Nella Foto Raffaella Di Massa – da palleggiatore a libero in 24 ore e sfodera una prestazione in crescendo che porta alla vittoria la PVB