PVB Elettro 2000 vs Play Asti Azzurra

0
438

PVB Elettro 2000 vs Play Asti Azzurra 3-1 (25-14; 14-25; 25-19; 25-22)

Rosa: Di Massa, Zavattaro, Gaviglio, Crema, Scavino, Franchelli, Pesce, Turco, Turbine

Ai fini della classifica, la partita era pressochè inutile, dato che Play Asti ha già in tasca l’accesso al tabellone gold e Canelli è certo di partecipare al Silver. Forse Martedì sera nessuna delle giocatrici in campo giocava per la classifica, perché un derby vale qualcosa di più di qualche spicciolo di punti, vale l’onore da tenere alto e l’attaccamento alla maglia. Se poi lo si condisce con qualche ex di turno, la partita assume risvolti ben più interessanti.

Canelli si trova nuovamente a fare i conti con l’infermeria: Boffa accusa un dolore al polso che le impone lo stop precauzionale e Scavino, a pochi minuti dal fischio d’inizio, si trova costretta ad abbandonare il riscaldamento e accomodarsi in panchina per problemi fisici.

La gara inizia con i soliti errori dovuti alla tensione, a metà set, sul 13-10, Zavattaro in battuta scava un solco profondo fino al 18-10, il resto è normale amministrazione fino al 25-14 .

Nel secondo parziale Billia tira fuori l’artiglieria pesante in battuta e fa il +7 mandando letteralmente in panico la ricezione avversaria. Al termine del suo turno in battuta il tabellone dice 17-10.

Nel terzo set comanda l’equilibrio. Play Asti e Canelli si inseguono a 2/3 punti di distacco, quando un doppio turno in battuta di Crema fa il break decisivo. Sul finale Di Massa decide che è il momento di innescare Zavattaro che si fa trovare pronta e con le sue bordate piega la resistenza astigiana.

Il quarto set è un autentico turbinio di emozioni, nessuna delle 2 compagini è disposta a perdere. La solita Billia in battuta compensa per 2 volte lo svantaggio astigiano, ma il terzetto Turbine-Gaviglio-Crema decide che è venuto il momento di non far cadere la palla e così accade. Sul 16-16 risorge Scavino dalla panchina e rompe gli equilibri con un attacco e un turno in battuta che per porta l’Elettro 2000 sul 22-20. Il punto del 23-20 è un punto in pallonetto di Turco che porta di Massa in battuta. A chiudere la gara ci pensa la solita Zavattaro che piazza un attacco in mezzo al muro maldestramente difeso dal Play Asti.

“Abbiamo giocato in modo attento e ordinato. La partita non è stata spettacolare, e la battuta ha inciso molto sull’andamento della gara. Sono soddisfatto soprattutto per come siamo riusciti a rimanere lucidi sul finale del quarto set, sul 16-16 la partita era aperta a qualsiasi risultato”

Nella Foto: Gaia Turco. Autrice di uno dei punti più importanti della gara: 23-20 del quarto set